MAURIZIO BRONZINI VINCE LA 14^ EDIZIONE DI LOCOMIX
Mercoledì 23 Aprile 2014 08:25

Il comico piacentino si aggiudica anche il premio Ridens

A Gianni Bardi da Cesena va il Premio della Critica

Maurizio Bronzini di Piacenza vince la quattordicesima edizione di LoComix, il concorso per comici emergenti organizzato dall’Associazione Locomotiva. Il pubblico del Teatro Concordia di Borgo Maggiore ha premiato l’artista emergente di Piacenza che ha presentato un pezzo comico in cui, accompagnato dalla chitarra, immagina un navigatore satellitare che da indicazioni agli automobilisti facendo le parodie di celebri canzoni italiane.  Bronzini si è aggiudicato anche il Premio Ridens assegnato dall’omonima agenzia di Faenza. Gianni Bardi da Cesena si aggiudica il premio della Critica, con una parodia sulla moda dilagante degli intenditori di vino spesso improvvisati.

Per gli altri comici in gara ovvero Antonio Innocente, Luca Giardullo, Renato Cantarelli, Rino Giannini, Stefano De Clemente e Matthias Martelli, c’è stata comunque la consolazione dei numerosi applausi e le sonore risate strappate agli spettatori, nonché gli omaggi offerti da Erba Vita e Go&Fun. La serata finale di Locomix, come da tradizione, ha avuto un tema che ha fatto da filo conduttore allo spettacolo. Per l’occasione il palco del Concordia si è trasformato ne “La tana del Gattopardo” un locale gestito dal padrino mafioso depresso, Don Tano Gattopardo, impersonato da Ettore Mularoni. La moglie Addolorata (Marina Tamagnini), una ex soubrette decadente, cerca di risollevargli il morale organizzando un concorso per comici, con la collaborazione di Rocco (Mauro Granaroli) il barista- cameriere del locale, nonché nipote gay del Padrino. Fra gag basate sui doppi sensi e un po’ di satira sulla situazione italiana e sammarinese il padrino finisce per deprimersi ancora di più anche a causa delle incursioni del promoter Marco Tamagnini.

Il pubblico ha ancora una volta apprezzato tutta la struttura di quello che è oramai diventato un appuntamento fisso del panorama culturale della Repubblica di San Marino e del circondario, nonché uno dei rari momenti in cui viene fatta anche un po’ di satira politica e di costume, senza mai cadere nel banale o nel volgare. Nell’ilarità generale suscitata dalla bravura degli otto comici in gara e dalle gag create dai ragazzi della Locomotiva, va sicuramente menzionato il momento dell’ospite ovvero il celebre Norberto Midani,  con un pezzo travolgente di cabaret classico che ha catturato e divertito gli spettatori in sala.

Un plauso va agli scenografi di Planet Service per avere ricreato fedelmente sul palcoscenico un locale stile anni trenta. Un ringraziamento particolare va a Roberto Mercadini, il poeta parlante cesenate che ha deliziato il pubblico ad inizio serata con un monologo comico sull’assurdità di alcune pubblicità.

Lo spettacolo è stato ripreso dalla San Marino RTV che nei prossimi giorni manderà in onda uno speciale sulla serata, con i momenti salienti della gara e interviste ai protagonisti prima e dopo la gara.

L’Associazione Locomotiva desidera esprimere un sentito ringraziamento alla Segreteria di Stato Istruzione e Cultura, Segreteria di Turismo, la Giunta di Castello di Borgo Maggiore, la Telefonia Mobile Sammarinese, la Titancoop, Erba Vita e Go&Fun, la Sanmarinoticket, la Compagnia Fratelli di Taglia e il Comune di Coriano. Un ringraziamento particolare va al Gruppo Banca di San Marino che collabora con la Locomotiva e sostiene LoComix sin dalla prima edizione.

 

Associazione Locomotiva

L'Associazione Culturale Locomotiva nasce nel settembre del 2000 per volontà di un gruppo di giovani col desiderio di incontrarsi e condividere interessi comuni, confrontare le proprie idee e dare vita ad iniziative a carattere più o meno serioso.

Lo scopo dei fondatori era quello di divertirsi, emozionarsi, creare opportunità per i cittadini sammarinesi e del circondario di assistere ad eventi non presenti in questa zona, nonchè favorire l'aggregazione delle persone, e non da ultimo colmare alcune lacune presenti nella nostra vita sociale. Filo conduttore delle iniziative dell'associazione è sempre stato quello di creare un qualcosa che potesse essere utile alla collettività, cercando di non essere mai banali o strumentalizzati dalla politica e questo anche se sembra scontato, in realtà è risultato essere la cosa più difficile!